domenica 23 agosto 2009

Auguri piccola mia!

La mia piccola, dolcissima, tenerissima patata compie il suo primo compleanno...
Vorrei scrivere tante cose, vorrei dedicarle una valanga di pensieri più o meno (anzi più o più) sdolcinati... E invece mi sento così in preda agli "ormoni" del compleanno (è da quando ero incinta che gli ormoni hanno rappresentato la minaccia più grave alla mia e del consorte salute mentale), che non riesco a fare altro che balbettare frasi idiote e di circostanza...
Ok, chiariamoci. Sono perfettamente lucida e perfettamente in grado di capire che del compleanno alla mia gnoma non interessa un fico secco. Al massimo le interesserà lanciarsi sulla torta per sentire che consistenza ha, schiacciarla tra le sue ditina e poi spalmarmela sul naso...
Sono perfettamente in grado (per lo meno finora) di capire che chi festeggia, almeno questo primo compleanno, siamo più noi che lei, che probabilmente sarà soltanto infastidita dalle persone che pretenderanno di stamparle baci sbavosi e di farle gli auguri... D'altronde la mia gnoma odia le smancerie e le concede soltanto a pochi intimi (e rigorosamente soltanto se le gira bene).
Per questo non abbiamo organizzato nessuna cena al ristorante che avrebbe avuto come unico risultato farla incavolare pesantemente quando alle 10 saremmo stati ancora all'antipasto invece che a provare a farla dormire spingendo un passeggino sotto al ventilatore come due ebeti...
Non abbiamo organizzato nessuna festa con la macarena e calimero dance perché ci sembrava da cretini. Soprattutto considerando che a Roma conosciamo...mm....due bambini?! In Germania, invece, ne conosciamo 3... là sì che sarebbe stato un festone!!!
Non abbiamo organizzato nessuna festa tra adulti, perché ci sembrava una tristezza fare una festa a una bambina di un anno in cui la persona più giovane avrebbe avuto venti volte i suoi anni! La festa per gnomi è rimandata al prossimo anno, quindi...
Però abbiamo deciso che doveva essere una giornata a misura di gnoma, e quindi la portiamo a zoomarine, a vedere i delfini, le orche, le foche, i tuffatori e tutte quelle meraviglie là. Poi la sera mangiamo qualcosina con pochissimi intimi (a casa, così potrà ritirarsi nelle sue stanze?! a tempo debito), e lei proverò a spegnere la candelina... That's it.
Come si sente lei?! Beh... ovviamente non se ne rende conto, che domande fate!
Come mi sento io?!Ah... bella domanda.. Io mi sento frastornata...Penso a un anno fa... In questo preciso istante ero in ospedale, ovviamente. L'ostetrica non si era ancora rassegnata a farmi l'epidurale , e forse, e le avevo già detto che non volevo più partorire e che volevo tornare a casa mia. Mancavano ancora 6 ore e 40 minuti circa al momento X, e mi sentivo abbastanza cretina... Tutto l'ospedale sfornava gnomi e la mia continuava a prendermi per i fondelli... Ero da dodici ore là, ormai avevo raccontato tutta la mia vita a due ostetriche, di cui una palesemente rintronata (per fortuna il turno è finito molto prima del mio travaglio) e niente si smuoveva.
Ecco, penso poi che da un anno la mia vita si è rivoluzionata... E' diventata incredibilmente più incasinata, più stancante (ho ancora bisogno di recuperare 12345 ore di sonno) più complicata, ma anche, e sarà pure un luogo comune, incredibilmente più piena... Guardo mia figlia dormire... mia figlia... un anno fa neppure sapevo che faccia avesse...due anni fa non potevo neppure immaginare che sarebbe arrivata una gnoma nella mia vita... E ora è qui...
Insomma, io non lo so bene cosa penso... Sono confusa, frastornata, rintronata.... ma felice...
Auguri piccola mia... Auguri mia adorata rompiscatole... Auguri gnometta del mio cuore!
E poi auguri a me, per il mio primo anno da mamma....
E in definitiva, auguri a tutti e tre... che il nostro primo anno d'amore insieme sia il primo di una lunghissima serie!

P.S. Non ricordo se l'avevo già scritto...ma la gnoma ha iniziato a camminare appena arrivati qui, ai primi di luglio.. Ora va che è un treno...

2 commenti:

  1. Come ti capisco amica mia, io che di primi compleanni già ne ho festeggiati tre, mi riconosco nelle tue euforiche parole.
    Quesoprimo anno è stato, come per ogni figlio, così pieno di emozioni, cambiamenti, fatiche....si perchè insomma faticoso l'è stato non poco, no? Che è volato in un attimo e noi che abbiamo aspettato lunghissimi 9 mes prima di abbracciare quel pacchetto d'amore, oggi ce lo troviamo a scorazzare per casa con faccine a dir poco buffe....che emozione...
    Bella anche se almeno a me che di figli ne ho tre, lascia un po amarezza in bocca, l'ultimo dei miei cuccioli già cammina...per te è un'altra storia,Sofia è la tua prima figlia e sono certa ch tu come me ariverai almenoa tre :)
    Auguri dolcissima Sofia

    RispondiElimina